[Libro Genealogico]

libro genealogico
indice di pedigree - ricerca singola

Nota sull'uso della funzione

Cos'è l'Indice di Pedigree

L'Indice di Pedigree è la migliore predizione possibile del valore genetico per animali di razza pura che non siano stati provati al Sib-Test e che non abbiano figli provati al Sib-Test.

L'Indice di Pedigree viene calcolato per ogni carattere e per l'Indice Totale facendo la media degli Indici Genetici dei genitori o, se questi non sono disponibili, dei nonni di un soggetto. Se nemmeno gli Indici Genetici dei nonni sono disponibili, l'Indice di Pedigree è teoricamente pari a zero, ma di fatto non è informativo e non viene presentato.

A cosa serve l'Indice di Pedigree

Lo scopo principale dell'Indice di Pedigree è quello di fornire informazioni sul più probabile valore genetico di giovani animali non ancora provati.

Esso può essere anche usato per decidere gli accoppiamenti tra riproduttori. Infatti, la progenie con l'Indice di pedigree più alto sarà anche quella che più probabilmente fornirà i migliori risultati al Sib-Test.

Naturalmente bisogna tenere conto che si tratta di probabilità, e non di certezze. L'Indice di Pedigree dipende dagli Indici Genetici dei genitori, e poiché questi indici cambiano nel tempo a causa dell'accumularsi di informazioni (nuovi gruppi di mezzi fratelli e di figli testati) nonché per l'eventuale introduzione di modifiche nel metodo di calcolo degli indici, anche l'Indice di Pedigree cambia nel tempo. Tuttavia, un indice di pedigree costituisce comunque un ottimo fondamento oggettivo su cui basare le scelte di accoppiamento, tanto più sicuro quanto più elevata sia l'accuratezza dell'Indice Genetico del padre.

Come si interpreta l'Indice di Pedigree

L'Indice di Pedigree è espresso nello stesso modo e con le stesse unità di misura degli Indici Genetici, con i quali pertanto esso è direttamente confrontabile.

Si tenga presente che l'Indice di Pedigree di un soggetto che abbia già figli provati al Sib-Test è diverso dal suo Indice Genetico: pertanto, se si digita la matricola di un verro provato al Sib-Test la funzione restituirà il suo Indice Genetico aggiornato, mentre, se si digitano le matricole dei suoi genitori, la funzione restituirà l'Indice di Pedigree. Nel caso il verro non abbia figli anch'essi già provati al Sib-Test, i due indici saranno identici, ma in caso contrario i due Indici saranno diversi, applicandosi l'Indice Genetico al solo verro con figli provati e l'Indice di Pedigree a tutti i suoi fratelli pieni.

Per quanto possa sembrare strana, la cosa è corretta, in quanto l'Indice di Pedigree di un soggetto sostanzialmente non tiene conto delle informazioni produttive che provengono dai suoi figli.

Si tenga presente in ogni caso che, qualora si disponga degli Indici Genetici di un soggetto non vi è alcun motivo per utilizzare il suo Indice di Pedigree.

Come si usa la funzione per il calcolo dell'Indice di pedigree

La "finestra" prevede:

  1. la scelta della razza;
  2. l'inserimento della matricola del soggetto per il quale si vuole calcolare l'Indice di Pedigree;
  3. l'inserimento delle matricole di maschio e femmina per la cui eventuale progenie si vuole calcolare l'Indice di Pedigree.

Si noti che le opzioni b) e c) sono alternative: se si digita la matricola del soggetto non si possono digitare le matricole dei genitori.

Al termine dell'inserimento appariranno, nella tabella in basso nella "finestra", gli Indici di pedigree calcolati.



Menu

Social


Accessi

-